Davide Daolmi

Professore associato | Università degli studi di Milano

dipartimento

Beni culturali e ambientali
Via Noto, 6 | 20141 Milano | +39 0250332049

insegnamenti

 

Storia della musica medioevale e rinascimentale
Laurea triennale

Storia delle teorie musicali
Laurea magistrale

Dal testo alla performance II
Laboratorio

collegamenti

ricevimento | appelli esame

pagina web

examenapium.it

 

 

 

 Storia della musica medioevale e rinascimentale | triennio

Anno accademico 2019-2020

I semestre, dal 17 settembre 2019 | 9 cfu (60 ore) | Via Noto 8, aula K23

La musica dei Visconti

La Milano viscontea (1277-1447), oltre a essere uno degli snodi di potere europeo, dominò la scena musicale per tutto il tardo Medioevo. Il corso mostrerà l'uso della musica presso la corte milanese come manifestazione politica, autopromozionale, culturale.

Esame

L'esame prevede un colloquio in cui il candidato deve portare, oltre al programma indicato, un approfondimento a piacere relativo alla storia della musica prima del 1600 preparato su testi selezionati dal candidato, ovviamente diversi da quelli già segnalati.

Chiarimenti in merito all'esame non verranno dati via mail ma solo durante gli orari di ricevimento.

Aggiornamento 1: Il ricevimento, vista l'attuale emergenza coronavirus, è sostitutito dal contatto mail.

Aggiornamento 2: Circa l'approfondimento: si tratta di scegliere un argomento (un brano, un genere, una forma, una circostanza storica…) di cui s’è fatto cenno durante il corso (o presente nel manuale) e su cui il candidato voglia fare una piccola ricerca (con documentazione diversa da quella indicata in bibliografia), da esporre in pochi minuti e su cui potrò fare domande (il lavoro non è necessario sia scritto). Oltre alla precisione della presentazione valuterò anche l’originalità della scelta (apprezzate chiavi di lettura personali, purché documentate). Vanno esclusi temi ampi, che si sviluppano nel tempo o dai confini poco definiti: più l'argomento è piccolo e circoscritto meglio è (mi permette di valutare la capacità di approfondimento). Se decidete di proporre un brano musicale, vanno conosciute fonti antiche (musiche ed eventuali altre testimonianze) ed esecuzioni moderne. Indispensabili per qualunque argomento almeno un paio di riferimenti bibliografici a cui avete avuto diretto accesso.

Aggiornamento 3: La sessione di giugno-luglio 2020 si terrà sulla piattaforma Teams. Pertanto è indispensabile che ciascuno studente abbia aperto preventivamente l'accesso. Qui alcune informazioni e le modalità per l'attivazione della piattaforma.

Programma/bibliografia

A. Conoscenza elementare della musica e della metrica

Potrà essere sviluppata durante il semestre (per iniziativa personale o frequentando il laboratorio Formazione musicale di base). Dispense consigliate:

– Pagine on line di teoria musicale, da Ottó Károlyi, La grammatica della musica, Torino: Einaudi, 1969, pp. 19-64.

– Pagine on line di metrica italiana, da Carmelo A. Sambugar, Armonia e stile, Firenze: La nuova Italia, 1966, pp. 6-7, 10-11, 436-453.

B. Parte istituzionale

– Davide Daolmi, Storia della musica: Dalle origini al Seicento, Firenze: Le Monnier, 2019, in particolare Introduzione e capp. 3-5 | info

– Il volume può essere implementato dalla dispensa on line Temporum stirpis musica.

C. Parte monografica (solo per l'esame da 9cfu)

– Materiali sulla dispensa on line.

Bibliografia sostitutiva del modulo C per non frequentati

– Alberto Gallo, Storia della musica: La polifonia nel Medioevo, Torino: Edt, 2018.

Aggiornamento: Nell'impossibilità di accedere alle biblioteche, in sostituzione di Gallo, per i non frequentanti è richiesta la conoscenza dell'intero manuale segnalato nella parte istituzionale (B), compresi cioè i capp. 1, 2 e 6.

Programmi dei corsi precedenti | triennio

 

 

 

 Storia delle teorie musicali | magistrale

Anno accademico 2019-2020

II semestre, da martedì 11 febbraio 2020 | 6 cfu (40 ore) | aula K32

Invenzione e ricezione dei 'Carmina Burana'

I ‘Carmina Burana’ sono la più celebre raccolta di canzoni profane del medioevo. Il corso indagherà i problemi connessi alla restituzione delle testimonianze musicali del xii-xiii secolo, analizzando le ragioni che hanno indotto le ‘reinvenzioni’ novecentesche, in gran parte condizionate dall’omonima composizione di Carl Orff.

Esame

Il corso è destinato ai frequentanti. Chi fosse impossibilitato a frequentare e volesse comunque inserire l'esame nel piano di studi è tenuto a prendere appuntamento con il docente per definire un diverso programma.

Programma/bibliografia

– Davide Daolmi, Storia della musica: Dalle origini al Seicento, Firenze: Le Monnier, 2019 | info

Materiali in aggiornamento durante il corso (aggiornamenti).

Programmi dei corsi precedenti | magistrale

 

 

 

 Dal testo alla performance II | laboratorio

Anno accademico 2019-2020

II semestre, da mercoledì 19 febbraio 2020 | 3 cfu (20 ore) | aula K32

Progetto Gardi

Il laboratorio ripercorrerà l’intero processo di recupero, restituzione e promozione dell’allestimento di una farsa di Giuseppe Maria Foppa (†1845) con musica di Francesco Gardi (†1810), intitolata L’incantesimo senza magia.

Programma